HOME CHI SIAMO CONTATTACI FOTO GALLERY LINK

Maremma Laziale English Version English version
Come Arrivare ...
Alberghi
Agriturismi
Residence
B&B
Case Vacanze
Case in affitto
Campeggi
Aree di sosta
Ristoranti
Pub/Wine bar
Stabilimenti Balneari
Associazioni
News
Meteo

IL SENTIERO DEI BRIGANTI
 


Da Vulci ad Acquapendente è possibile percorrere in bike, a cavallo o a piedi, una serie di percorsi che ricalcano i tracciati seguiti dai briganti, il più famoso dei quali è Domenico Tiburzi, per sfuggire alla cattura. L'itinerario lungo oltre 100 Km, si snoda in percorsi differenziati . Lungo il tracciato cartelli segnalano il percorso, mentre pannelli esplicativi narrano la storia e la leggenda dei briganti.

Domenico Tiburzi

La fama del brigante 'Domenichino' ad oltre un secolo dalla sua morte sembra non accennare ad affievolirsi. Il Re della Macchia nasce nel 1836 in una famiglia poverissima di Cellere. La sua giovane vita è presto segnata da numerosi furti che culmineranno nel primo omicidio del fattore del Guglielmi per un po' di erba per il suo gregge. Inizia la sua latitanza tra i boschi adiacenti al paese natale, ma nel 1868 è catturato e processato.Evase dal Bagno Penale delle Saline di Tarquinia insieme al fedele Biagini nel 1872, rifugiandosi nella Selva del Lamone. Ancora oggi alcuni appellativi accompagnano il nome del cellerese : 'Giustiziere', 'Livellatore dei torti'.E' un uomo scaltro: la popolazione lo sostiene, i ricchi lo temono, non uccide i carabinieri che lui appella 'poveri figli di mamma', ma sa che l'omicidio di uno di loro scatenerebbe una caccia all'uomo.Inventa la tassa del brigantaggio: in cambio i latifondisti sono protetti dagli altri malviventi e dalle sommosse popolari. Descritto come affascinante e seduttore, sono molti quelli che negli anni si sono dichiarati suoi discendenti. Muore alle Forane, nei pressi di Capalbio. Il suo corpo giace metà fuori e metà dentro il limite cimiteriale.



Il sentiero di Ansuini
Il sentiero di Biscarini
Il sentiero di Fioravanti
Il sentiero di Menichetti
Il sentiero di Tiburzi